sabato 17 giugno 2017

Sagra della Ciliegia di Chiusa Sclafani


Domenica si inaugura la "Magna Via Francigena", passerà anche da Corleone

A pochi mesi dalla presentazione ufficiale, la Magna Via Francigena, ribattezzata il “Cammino di Sicilia”, è pronta per il suo cammino inaugurale: domenica 18 giugno un primo gruppo di pellegrini, accompagnati in via eccezionale dallo staff dell’associazione “Cammini Francigeni di Sicilia”, si muoverà da Palermo per intraprendere il viaggio di 180 km, facendo tappa in tutti i centri e i borghi del tracciato che unisce culture e storie della Sicilia più autentica e ne valorizza il patrimonio sommerso. Leggi tutto

Il PD di Corleone ha incontrato la Commissione Straordinaria sui problemia della città

Questa mattina una delegazione del PD, guidata dal segretario salvatore Schillaci ha incontrato i commissari del comune di Corleone ponendo alla loro attenzione alcune problematiche che occorre al più presto affrontare con decisione. Il segretario salvatore Schillaci ha posto come primo punto la questione della viabilità in particolare la sp 4 e SP 2 CORLEONE-SANCIPIRELLO-PARTINICO. Non può questo territorio sperare di uscire dalla crisi senza un sistema viario degno di questo nome. Ha altresi chiesto una maggiore attenzione sulla raccolta dei rifiuti per i tanti cittadini che risiedono fuori dal centro abitato. Pio Siracusa ha posto all'attenzione talune problematiche relative ai servizi sociali in particolare i bonus socio sanitario 2014-15 e sui fondi pac. Piero Cascio ha evidenziato le criticità di un impianto di illuminazione che necessita di interventi di manutenzione immediati. La delegazione ha anche attenzionato le problematiche della borgata di Ficuzza a cominciare dalla strada di accesso e la pulizia della borgata. La dott. TERMINE ha ascoltato con attenzione quanto esposto puntualizzando che su talune questioni già si sta intervenendo, quali bonus socio sanitario , fondi pac e illuminazione pubblica. Sulla questione viabilità si è convenuto che occorre sinergicamente portare avanti una azione che riesca a sbloccare i finanziamenti che già sono assegnati alla Sp 4 ed sp 2 , proponendo al più presto un incontro con il neo presidente della città metropolitana Leoluca orlando. Per la borgata di Ficuzza c'è già una forte interlocuzione con il sindaco di monreale nel cui territorio ricade la strada e ci aspettiamo al più presto un intervento mentre per la pulizia e decespugluamento si sta stilando una convenzione con la forestale che dovrà garantire tale servizio sia a Ficuzza che a Corleone. L'incontro di oggi è stato sicuramente utile e produttivo, dice il segretario salvatore Schillaci, nei prossimi giorni ci attiveremo con spirito di collaborazione con i commissari e negli interessi dei cittadini per un incontro sia con il presidente della città metropolitana sia con il sindaco di monreale che con la forestale per sensibilizzare gli stessi ad intervenire con sollecitudine. Abbiamo aspettato abbastanza ora occorrono risposte concrete .

venerdì 16 giugno 2017

Il soul della Corleonese Stefania Cardella live a Cerignola. Domani la replica nella kermesse di Calici

Stafania Cardella, 32 anni, originaria di Corleone ma ormai da anni residente a Roma, è un’artista che ha deciso di intraprendere la carriera musicale passando proprio attraverso lo studio (sei anni di pianoforte oltre alle lezioni di canto n.d.r.) e la gavetta, sempre alla costante ricerca del perfezionamento artistico e di uno stile proprio e personale.
La cantante siciliana si è raccontata in un intervista esclusiva per lanotiziaweb.it, prima del suo live presso il “Baraonda” giovedì 15 giugno. Letti tutto

giovedì 15 giugno 2017

Minacce di morte a Don Ciotti, gip: sì ad archiviazione Riina

Totò Riina non aveva il potere di far arrivare all’esterno dal carcere di Opera, dove si trovava detenuto, il suo messaggio minatorio nei confronti di don Luigi Ciotti, presidente e fondatore di Libera. Con questa motivazione il gip di Milano, Anna Magelli, ha accolto la richiesta della Procura di archiviare il fascicolo a carico dello storico boss di Corleone, finito sotto indagine con l’accusa di aver minacciato di morte il sacerdote simbolo della lotta alla mafia. Contro la richiesta di archiviazione si era schierato lo stesso don Ciotti, assistito dall’avvocato Enza Rando, ma la sua istanza non è stata accolta
http://www.askanews.it/cronaca/2017/06/14/minacce-di-morte-a-don-ciotti-gip-s%C3%AC-ad-archiviazione-riina-pn_20170614_00077/

mercoledì 14 giugno 2017

Sanità, anche a Corleone turni massacranti. Comunicato dei sindacati

Le condizioni di lavoro continuano a peggiorare in tutta l’azienda, dagli ospedali ai distretti, dai dipartimenti sanitari a quelli amministrativi. Gli adempimenti crescono, si accumulano mentre il personale continua a diminuire. In molti reparti ospedalieri ( Corleone, Termini e Partinico ) per consentire la fruizione delle ferie residue, sono comparsi turni che prevedono  12 ore (dalle 8,00 alle 20,00)  consecutive per singolo operatore. L’ospedale Ingrassia non è da meno.  Si accorpano reparti. Crescono i rischi. Diminuisce l’efficienza e l’efficacia. Il disagio fra i lavoratori è molto forte. Servono risposte concrete. Servono assunzioni, anche a tempo determinato, in primo luogo, per i profili professionali del comparto. Circolano invece voci di assunzioni di dirigenti amministrativi. Sarebbe paradossale.  Serve “ l’esercito  e non certo i  generali”. Sarebbe paradossale, mentre ritarda la stabilizzazione dei contrattisti anche per i posti già disponibili in Azienda.

In tema di dirigenti amministrativi si provveda piuttosto al conferimento degli incarichi ancora da attribuire come più volte sollecitato con ripetute note, nonché al pagamento dell'adeguamento dell'indennità per i direttori delle UOC del coordinamento amministrativo degli ospedali riuniti come da accordo sottoscritto tra le OO.SS.e la Direzione Generale.

IL 17 maggio scorso , in occasione del confronto sulla rete ospedaliera,  CGIL CISL Uil hanno   presentato la piattaforma rivendicativa con i punti  da affrontare e su cui realizzare una  intesa.

Li richiamiamo ancora una volta:

Superamento dei forti ritardi nel pagamento del saldo produttività 2015 e rispetto della scadenza di Luglio per il saldo 2016;

Aumento del buono pasto a 7 euro;

Passaggio di fascia 2017 in sintonia con gli accordi stipulati fin qui in Azienda;

Istituzione nuovi coordinamenti, attribuzione funzioni e corretta utilizzazione di quelli esistenti;

Salario accessorio legato alle condizioni di lavoro (turni, indennità festiva, sala operatoria etc) nel rispetto del regolamento sull’orario di lavoro;

Definizione percorsi di stabilizzazione personale contrattista;

Contrattazione risorse per la istituzione delle posizioni organizzative.

        CGIL CISL UIL continuano ad auspicare una netta inversione di tendenza nelle relazioni sindacali all’ASP di Palermo.  Un confronto vero, serrato, che non dia spazio alla demagogia e ai venditori di fumo e faccia avanzare le soluzioni migliori.  CGIL CISL UIL  attendono da  settimane  una convocazione che non arriva. Non possiamo più aspettare,  sarebbe irresponsabile stare a guardare. In assenza di convocazione, ci autoconvocheremo il  28 giugno 2017  alle ore 10   nella sede dell’azienda in via Cusmano a Palermo. Se

tale iniziativa non riuscirà a sbloccare la situazione e  a portare le risposte che servono,  decideremo,  con i lavoratori, le ulteriori  iniziative di mobilitazioni da promuovere.

Palermo lì  13/06/2017                                                       F.to

                                                                                      

                                 CGIL                                                           CISL                                                                                 UIL

        ( M. Scialabba)                                  ( G. Mazzola)                                                            ( G. Amato)

lunedì 12 giugno 2017

Amministrative nel corleonese: A Bisacquino e Prizzi riconferma dei Sindaci uscenti, a Chiusa Sclafani eletto Di Giorgio.

Anche in alcuni comuni del corleonese, Chiusa Sclafani, Bisacquino e Prizzi, si sono tenute le elezioni amministrative.

A Bisacquino e Prizzi sono stati rieletti gli uscenti Tommaso di Giorgio e Luigi Vallone, mentre a Chiusa Sclafani è stato eletto Francesco Di Giorgio.


A Bisacquino c’è stata un’affluenza del 54,54%, 3048 votanti su 5589, Tommaso Di Giorgio prende 2409 voti, con una percentuale dell’83,89, Gianvito Gaudiano 408 voti, pari al 14,71 %, e Michele Plaia 66 voti, pari al 2,25%.
A Chiusa Sclafani alta affluenza, ha votato il 61,84 % degli aventi diritto, 1904 su 3079, Francesco Di Giorgio prende 1101 voti, con una percentuale 59,74%, mentre Antonio Doria si attesta al 40,26% con 742 voti.

A Prizzi Luigi Vallone stravince con 2487 voti, pari all’88,92% dei consensi, mentre Maurizio Vaiana prende 310 voti, pari all’11,08%.



A Palermo sembra ormai scontata la vittoria al primo turno del Sindaco uscente Leoluca Orlando, ricordiamo che il Sindaco di questa città è anche il Presidente della Città Metropolitana, ex provincia, e quindi riveste un ruolo importante anche per i nostri territori, specie per la viabilità.

Giuseppe Crapisi