venerdì 2 settembre 2016

Ieri una delegazione del Pd ha incontrato i commissari che amministrano il comune dopo lo scioglimento per mafia: “Abbiamo augurato loro buon lavoro, sottolineando le emergenze che vivono i cittadini di Corleone”.

Ieri pomeriggio una delegazione del Partito Democratico di Corleone, composta dal segretario Salvatore Schillaci e dai dirigenti locali Dino Paternostro, Pio Siragusa e Giuseppe Crapisi, è stata ricevuta nei locali del municipio dai commissari straordinari, insediatisi dopo lo scioglimento per mafia del comune. Gli esponenti del Pd hanno ringraziato i commissari per la disponibilità con cui hanno accolto la richiesta di incontro, augurando loro un fattivo e proficuo lavoro nell’interesse della collettività, che ha bisogno di tanta “buona amministrazione”.
La delegazione del Pd ha rappresentato ai commissari le emergenze di Corleone, a cominciare dalla crisi idrica, dalla questione rifiuti irrisolta, dalla viabilità fatiscente, rispetto alle quali intervenire con il necessario aiuto dei governi regionale e nazionale. Ha sottolineato la necessità di attivare tutte le iniziative per un buon inizio dell’anno scolastico, garantendo agli alunni la refezione scolastica e il trasporto gratuito.
Gli esponenti del Pd hanno auspicato che la gestione commissariale possa servire a ripristinare la legalità nelle istituzioni comunali e a dare la certezza dei diritti a tutti i cittadini. Hanno sottolineato che Corleone ha una storia millenaria, che non può essere offuscata dalla mafia e dai mafiosi, contro cui i suoi cittadini onesti hanno sempre lottato.
Hanno auspicato, infine, che si crei un clima di fiducia e di collaborazione tra i commissari e i cittadini, i quali aspettano atti concreti di buona amministrazione, che sicuramente arriveranno. Solo così si potrà superare il momento difficile che vive Corleone, creando le basi per un futuro di libertà, di regole democratiche, di lavoro e di sviluppo nella legalità.
Da parte loro, gli esponenti del Pd si adopereranno affinché i governi regionale e nazionale diano il massimo sostegno all’azione amministrativa che i commissari metteranno in atto per affrontare e risolvere i gravi problemi di Corleone.  
Il Circolo Pd Corleone
Corleone, 1 settembre 2016

lunedì 29 agosto 2016

Crisi idrica: Il Comitato Liberi cittadini di Corleone ha incontrato il Commissario Termini


Nei giorni scorsi c’era stata la presa di posizione di Ora Corleone per la risoluzione delle problematiche inerenti alla mancata erogazione dell’acqua nelle abitazioni da parte dell’Amap, ieri una ventina di residenti della zona di San Marco e i rappresentanti del Comitato “Liberi cittadini di Corleone” si sono presentati al Comune di Corleone. Di seguito pubblichiamo la lettera del comitato stesso, successivo all’incontro avuto con il Commissario Termini:
In data odierna il sottoscritto e Lea Cortimiglia nella qualità di rappresentanti del Comitato siamo stati ricevuti dal Vice Prefetto Dott.ssa Giovanna Termini per confrontarci sulla grave emergenza idrica che da circa 25 giorni sta interessando alcune zone della nostra città. Abbiamo posto delle domande:
- perchè l'Amap sebbene contrattualizzata non sta rispettando il contratto sottoscritto e la carta dei servizi?
- perchè l'Amap pur avendone l'obbligo non informa con appositi comunicati i cittadini?
- perchè al numero verde dell'Amap non risponde nessuno?unicati i cittadini?

- perchè al numero verde dell'Amap non risponde nessuno?

- quali sono le motivazioni che non consentono dopo questo lunghissimo tempo la normalità dell'erogazione dell'acqua su tutto il territorio?

- perchè le autobotti del Comune che sta effettuando il servizio sostitutivo previsto nella carta dei servizi (che deve essere garantito dall'Amap) vengono inviati gratuitamente solamente in alcune zone ed in altre no nella considerazione che tutti i cittadini hanno equi diritti?.

Inoltre, si è suggerito di attivare quanto nelle loro competenze per richiedere agli Enti competenti la realizzazione di una nuova condotta che dal lago di Prizzi arrivi alle vasche di adduzione al fine di evitare che ci possiamo ritrovare nelle medesime condizioni stante che la condotta oltre ad essere vecchia è posata su un terreno altamente franoso. 

La Dott.ssa Termini ci ha risposto che dal primo giorno dal loro insediamento hanno sollecitato quasi giornalmente l'AMAP ad effettuare gli interventi necessari affinchè l'erogazione della fornitura dell'acqua ritornasse alla normalità. Hanno obbligato l'Amap a rispettare il contratto e la carta dei servizi. Hanno assicurato il servizio sostitutivo con le autobotti comunali (per conto dell'Amap al quale chiederanno il rimborso delle spese sostenute) in primis per fornire l'ospedale, strutture sanitarie, case di riposo, esercizi commerciali e per ultimo le famiglie che stanno subendo i maggiori disagi. Ci ha assicurato sempre usando il condizionale che da notizie ricevute dall'Amap e che dovranno essere confermate da un incontro che avrà corso in data odierna che l'erogazione dell'acqua dovrebbe ritornare ad essere erogata con normalità a partire da domani. Non ha assunto alcun impegno invece per l'attivazione degli adempimenti per la costruzione di una nuova condotta idrica. Invece, tutti insieme,dobbiamo insistere perchè si attivino per avere i finanziamenti per la realizzazione di questa indispensabile condotta. Auguriamo ai Commissari ancora una volta buon lavoro con la speranza che riescano in questi 18 mesi a risolvere alcuni dei tanti problemi che affliggono la nostra amata ANIMOSA CIVITAS CORLEONIS".

Crisi idrica: Il Comitato Liberi cittadini di Corleone ha incontrato il Commissario Termini


Nei giorni scorsi c’era stata la presa di posizione di Ora Corleone per la risoluzione delle problematiche inerenti alla mancata erogazione dell’acqua nelle abitazioni da parte dell’Amap, ieri una ventina di residenti della zona di San Marco e i rappresentanti del Comitato “Liberi cittadini di Corleone” si sono presentati al Comune di Corleone. Di seguito pubblichiamo la lettera del comitato stesso, successivo all’incontro avuto con il Commissario Termini:

"In data odierna il sottoscritto e Lea Cortimiglia nella qualità di rappresentanti del Comitato siamo stati ricevuti dal Vice Prefetto Dott.ssa Giovanna Termini per confrontarci sulla grave emergenza idrica che da circa 25 giorni sta interessando alcune zone della nostra città. Abbiamo posto delle domande:

- perchè l'Amap sebbene contrattualizzata non sta rispettando il contratto sottoscritto e la carta dei servizi?

- perchè l'Amap pur avendone l'obbligo non informa con appositi comunicati i cittadini?
- perchè al numero verde dell'Amap non risponde nessuno?
- quali sono le motivazioni che non consentono dopo questo lunghissimo tempo la normalità dell'erogazione dell'acqua su tutto il territorio?
- perchè le autobotti del Comune che sta effettuando il servizio sostitutivo previsto nella carta dei servizi (che deve essere garantito dall'Amap) vengono inviati gratuitamente solamente in alcune zone ed in altre no nella considerazione che tutti i cittadini hanno equi diritti?.
Inoltre, si è suggerito di attivare quanto nelle loro competenze per richiedere agli Enti competenti la realizzazione di una nuova condotta che dal lago di Prizzi arrivi alle vasche di adduzione al fine di evitare che ci possiamo ritrovare nelle medesime condizioni stante che la condotta oltre ad essere vecchia è posata su un terreno altamente franoso. 
La Dott.ssa Termini ci ha risposto che dal primo giorno dal loro insediamento hanno sollecitato quasi giornalmente l'AMAP ad effettuare gli interventi necessari affinchè l'erogazione della fornitura dell'acqua ritornasse alla normalità. Hanno obbligato l'Amap a rispettare il contratto e la carta dei servizi. Hanno assicurato il servizio sostitutivo con le autobotti comunali (per conto dell'Amap al quale chiederanno il rimborso delle spese sostenute) in primis per fornire l'ospedale, strutture sanitarie, case di riposo, esercizi commerciali e per ultimo le famiglie che stanno subendo i maggiori disagi. Ci ha assicurato sempre usando il condizionale che da notizie ricevute dall'Amap e che dovranno essere confermate da un incontro che avrà corso in data odierna che l'erogazione dell'acqua dovrebbe ritornare ad essere erogata con normalità a partire da domani. Non ha assunto alcun impegno invece per l'attivazione degli adempimenti per la costruzione di una nuova condotta idrica. Invece, tutti insieme,dobbiamo insistere perchè si attivino per avere i finanziamenti per la realizzazione di questa indispensabile condotta. Auguriamo ai Commissari ancora una volta buon lavoro con la speranza che riescano in questi 18 mesi a risolvere alcuni dei tanti problemi che affliggono la nostra amata ANIMOSA CIVITAS CORLEONIS".