venerdì 12 marzo 2010

MAFIA: INCHIESTA BENI CONFISCATI, PD “MARONI VALUTI CASO PALERMO”

(AGI) - Palermo, 12 mar. - “Chiedo al ministro Maroni di verificare le responsabilita’ del Comune di Palermo sull’assegnazione di beni confiscati alla mafia ad associazioni con fini di lucro che non ne avrebbero diritto: operazione fatta in palese violazione della legge”. Lo dice la deputata palermitana del Pd, Alessandra Siragusa, annunciando la presentazione di una interrogazione parlamentare. “Gia’ nella giornata di ieri, in occasione del voto sull’istituzione dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalita’ organizzata, ho sollevato la questione con un ordine del giorno e credo sia indispensabile andare fino in fondo nell’accertamento delle responsabilita’”. (AGI) Mrg

Mafia: vittime Georgofili, Agenzia beni confiscati fornisca risorse a Fondo 512

(Adnkronos) - "Auspichiamo che l'Agenzia costituita per le gestione dei beni confiscati alla mafia, fortemente voluta affinche' quanto di proprieta' illecita della criminalita' organizzata venga destinato a coloro che la mafia ha defraudato dei propri diritti, individui a breve la forma piu' rapida per apportare risorse giuste al Fondo 512 legge del 1999". E' quanto scrive, in una nota, Giovanna Maggiani Chelli, vice presidente e portavoce dell'Associazione dei familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili.

giovedì 11 marzo 2010

Nelle edicole Di Palermo, Marino e nella Tabaccheria Lanza trovate il nuovo numero di Dialogos a breve anche on line

LA SCONFITTA DELLE MAFIE: UN APPUNTAMENTO RIMANDATO*



12 marzo 2010 - ore 21.00*
*Bottega dei Sapori e dei Saperi della Legalità di P.zza Castelnuovo 13 Palermo*

*in collegamento da Torino-Palermo-Milano *
*Gian Carlo Caselli, Roberto Scarpinato, Gherardo Colombo*

*Il contesto:* Libera è impegnata nell’organizzazione dell’annuale* Giornata della Memoria e*
*dell’Impegno in ricordo di tutte le vittime delle mafie, che si celebrerà il 20 Marzo a Milano.Portare la Giornata a Milano impone di concentrarel’attenzione sul rapporto tra mafie e potere politico con tre protagonisti della stagione 1989 - 1994: ne parlano infatti Gian Carlo Caselli, Roberto Scarpinato, Gherardo Colombo*, in collegamento video da tre città. L’occasione:* il 12 marzo è un anniversario ambivalente: da un lato ricorda l’omicidio a Palermo di Salvo Lima, dall’altro la nascita a Palermo della Bottega di Libera, nel bene confiscato in piazza Politeama: un momento apicale del tragico rapporto tra Istituzioni e mafia e un momento non meno significativo della capacità di generare alternativa culturale ed economica. Sconfitta alle mafie ritardata, senza dubbio: il furto ai danni della neonata *Radio Centopassi* ed altri gravi segnali intimidatori verso gli operatori economici e culturali che vogliono essere parte di una resistenza civile a Cosa Nostra lo confermano da giorni a Palermo*. A Piazza*Tavola Tonda si terrà sabato un concerto* che lancia una campagna di sottoscrizione e sostegno per consentire la pronta ripresa delle attività dell'emittente.
Un modo in più per rendere tangibile la condivisione dell’impegno contro le mafie, ieri come
oggi. Un modo in più per segnalare l’unitarietà di questa storia comune chiamata Italia.

Vacanze in Sicilia senza pizzo – Turismo responsabile alla Fiera ITB di Berlino

Ambasciata tedesca di Roma, 10 Marzo 2010

„Addiopizzo“ – „Tschüss Schutzgeld“, così si chiama l'iniziativa di un gruppo di giovani siciliani che dal 2004 si battono contro il pagamento del pizzo alla mafia siciliana. La cartina turistica di Palermo stampata dal comitato „Addio Pizzo“ indica a residenti e turisti oltre 400 esercizi commerciali i cui gestori si rifiutano di pagare il pizzo. Questa piantina permette un consumo consapevole e dunque un turismo critico e responsabile. L'Ambasciatore tedesco a Roma, Michael Steiner, in occasione di un viaggio di lavoro in Sicilia ha conosciuto i rappresentanti del comitato „Addiopizzo“ e sostiene con convinzione il progetto „Addiopizzo“: I giovani fondatori di „Addiopizzo“ dicono: un popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità. Per questo si impegnano per una Sicilia „pizzofree“. Il loro sforzo è coraggioso e ammirevole. Noi tedeschi siamo i turisti più numerosi in Sicilia. Anche noi possiamo dare il nostro contributo. La cartina di „Addio pizzo“ porta i turisti da coloro che non si piegano alla mafia, rendendo possibile una vacanza pizzofree“.

Per questo l'Ambasciata tedesca di Roma ha finanziato la traduzione e la stampa di piantine turistiche di Palermo in tedesco. La piantina può essere scaricata gratuitamente dal sito dell'Ambasciata tedesca di Roma (http://www.rom.diplo.de/) o dal sito di Addiopizzo (http://www.addiopizzo.org/).„Addiopizzo“ sarà presente alla Fiera del Turismo ITB di Berlino dal 10 al 14 marzo 2010 presso lo stand della Regione Sicilia e Venerdì 12 marzo 2010 alle ore 11 presso il padiglione 1.2, allo stand 101 (ENIT) nel corso di una conferenza stampa presenterà la cartina di Palermo e anche altre iniziative.Il turismo critico interessa sempre più viaggiatori e agenzie turistiche. Per questo la Fiera ITB rappresenta lo scenario ideale per le aziende interessate a entrare in contatto con i rappresentanti di Addiopizzo. Grazie alla mediazione dell'Ambasciata tedesca di Roma, il tour operator REWE Touristik è stato il primo a dare il proprio appoggio ad „Addio Pizzo“ sostenendo le spese per la stampa di altre 6.000 piantine di Palermo che verranno distribuite ai turisti diretti in Sicilia.Il progetto è tenuto inoltre in grande considerazione da parte della Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, che si batte contro i legami tra imprenditoria e crimine organizzato. Il codice etico di Confindustria prevede l'estromissione delle aziende che pagano il pizzo. Il Presidente dell'ENIT, l'Ente nazionale per il turismo italiano, Matteo Marzotto ha assicurato all'Ambasciatore Steiner il suo sostegno ad Addiopizzo. Alla conferenza stampa saranno presenti Dario Riccobono ed Edoardo Zaffuto, cofondatore di Addiopizzo e responsabile di Addiopizzo Travel, Matteo Marzotto, presidente dell'ENIT, Antonio Strano, Assessore Regionale al Turismo della Sicilia e Fabio Granata, Vice Presidente della Commissione Antimafia. Ufficio stampa dell'Ambasciatata della Repubblica Federale di Germania