martedì 17 gennaio 2017

Comune di Corleone: Allerta meteo e chiusura scuole

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO 

VISTE le condizioni meteo avverse con precipitazioni nevose che hanno interessato il centro urbano e l’intero territorio comunale dalla tarda mattinata del 17/01/2017; 
VISTO l’avviso da parte del Dipartimento Regionale di Protezione Civile - Sala Operativa Regionale (SORIS) in data 17/01/2017 con il quale è stato diramato un avviso condi - meteo avverse avvertendo che: “………….si prevede il persistere di precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale , con quota neve mediamente al di sopra dei 500- 800 metri. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento .”; CONSIDERATO che tale situazione di condi – meteo avversa potrà protrarsi per le successive 36/48 ore e successive per mezzo di accumuli di neve sul suolo; 
VALUTATO che è necessario mettere in atto le misure e le azioni volte al contrasto degli effetti di tale situazione di maltempo nonché la gestione di ipotizzabili interventi; 
RILEVATO altresì l’opportunità di assicurare alla popolazione qualsivoglia supporto logistico circa i possibili rischi o pericoli derivanti dalla suddetta condizione di avversità meteorologica; RAVVISATA l’opportunità di garantire l’incolumità e sicurezza della comunità Corleonese;

 INVITA 
 TUTTA LA POPOLAZIONEa tenere comportamenti precauzionali sui fenomeni di eventuale sovrabbondanza di precipitazione che impongono la salvaguardia di cose e persone in prossimità delle proprie abitazioni; 
 TUTTA LA POPOLAZIONE, per tutto il periodo della presente allerta e al verificarsi di fenomeni di elevata intensità a mantenere la calma e a prestare attenzione ai seguenti scenari di eventi previsti, adottando tutte le possibili misure di auto-protezione: 
PER PIOGGIA E NEVE:in considerazione di quanto esposto nel Bollettino del D.R.P.C., saranno possibili effetti al suolo di difficile localizzazione comportanti i seguenti scenari di criticità: - possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane; - possibilità di innesco di frane e smottamenti; 
PER VENTO: in considerazione di quanto esposto nel Bollettino del D.R.P.C., saranno possibili effetti al suolo di difficile localizzazione comportanti i seguenti scenari di criticità: - possibilità di blackout elettrici e telefonici, di caduta di alberi, danneggiamento alle strutture provvisorie; - possibili problemi alla circolazione stradale; 
PRECAUZIONI: - dotare l’auto di gomme da neve o catene specie se si abita o si frequentano zone caratterizzate dalla presenza di rilievi; - ripassare le modalità di montaggio delle catene, controllando di avere in dotazione il tipo adatto alla propria auto ed anche un paio di guanti da lavoro; - evitare di tenersi informati sulle previsioni e sulla evoluzione del tempo a scala locale. 
INVITA 
 A LIMITARE O DIFFERIRE, per quanto possibile, gli spostamenti con veicoli e a preferire, per quanto possibile, l’utilizzo di auto a trazione integrale; 
 A NON UTILIZZARE veicoli a 2 o 3 ruote;
  AD INDOSSARE abiti e soprattutto calzature idonee alla situazione ed all’eventualità di sostenere spostamenti a piedi; 
 A NON ASPETTARE a montare le catene da neve sulla propria auto quando si è già in condizioni di difficoltà, specie se si devono affrontare percorsi con presenza di salite e discese anche di modesta pendenza; 
 AD EVITARE di proseguire nel viaggio con l’auto se non si ha un minimo di pratica di guida sulla neve, ci si sente comunque in difficoltà o non si ha il corretto equipaggiamento; 
 A NON ABBANDONARE l’auto in condizioni che possono costituire impedimento alla normale circolazione degli altri veicoli, ed in particolare dei mezzi operativi e di soccorso;
  AD AIUTAREle persone in difficoltà e non esitare a richiedere aiuto in caso di necessità (per montare le catene, per posteggiare l’auto anche all’interno di proprietà private, per avere consigli ed indicazioni, etc.); 
 A TENERSI INFORMATI sulla viabilità attraverso gli organi di informazione radiotelevisivi e la lettura dei pannelli a messaggio variabile presenti sulla principale viabilità; 
 A SEGNALARE agli Enti gestori della viabilità o ai numeri territoriali per le emergenze, la presenza di eventuali situazioni che necessitano l’invio di soccorsi o l’effettuazione di interventi prioritari. 
 AD ALLONTANARSIdai locali seminterrati e comunque esposti ad allagamenti; 
 A PORSIal riparo in zone protette; 
 AD EVITAREdi transitare nei pressi di aree già sottoposte a allagamento/esondazione, frane e smottamenti di terreno; 
 A CHIUDERE O BLOCCAREle porte di cantine e seminterrati ed evitare di stazionare negli stessi. 
AVVISA  la cittadinanza che le scuole ,a titolo precauzionale e a tutela della pubblica e privata incolumità , rimarranno chiuse nella giornata del 18 Gennaio 2017 causa neve . 

PER SEGNALAZIONI O EMERGENZE CONTATTARE I NUMERI: 

Polizia di Stato: 113 - 091/845 2011 Carabinieri: 112 – 091/8463609 Vigili Urbani: 091/8462379 Vigili del Fuoco: 115 - 091/8462952 Guardia di Finanza: 117 - 091/8463615 Corpo Forestale: 091/8464976 Segreteria Commissione Prefettizia: 091/84524100 - 091/8464453 Organizzazione Nazionale Volontariato Giubbe D’Italia: 333/7401428 Associazione di Volontariato Grifone: 368/7793777 Ufficio di Protezione Civile Comunale: Fax 091/8453016 - 335/7595302 Servizio di Reperibilità – Ufficio Tecnico: 320/4382011 Dalla Residenza Municipale li, 17 gennaio 2017 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PROTEZIONE CIVILE Geometra Francesco La Sala

 PER LA COMMISSIONE STRAORDINARIA Dott.ssa Giovanna TERMINI Dott.ssa Rosanna MALLEMI Dott.ssa Maria CACCIOLA

lunedì 16 gennaio 2017

ASP: ATTIVATA LA NUOVA AREA DI EMERGENZA DELL'OSPEDALE “DEI BIANCHI” DI CORLEONE

L'ASSESSORE GUCCIARDI: “NON PROMESSE, MA FATTI CONCRETI”
IN 4 MESI “CONSEGNATE” DUE NUOVE SALE PARTO, L'AREA DI RADIODIAGNOSTICA, IL LABORATORIO D'ANALISI ED IL PRONTO SOCCORSO
IL 30 GENNAIO ATTIVAZIONE DELLA NUOVA AREA DI EMERGENZA ANCHE DELL'OSPEDALE “CIMINO” DI TERMINI IMERESE

CORLEONE 16 GENNAIO 2017 - Una sala per il triage, altre due per le visite ed una per i codici rosso. Ed inoltre un'area per l'Osservazione breve intensiva (OBI) dotata di 4 posti-letto ed un'ampia sala d'attesa fornita di monitor che indicano le priorità di ingresso in base ai codici assegnati al triage, di televisori collegati a programmi di informazione e distributori di acqua gratuiti per alleviare l’attesa di pazienti e familiari. E' il nuovo Pronto Soccorso dell'Ospedale “Dei Bianchi” di Corleone realizzato dall'Asp di Palermo in poco più di 4 mesi.

Gli interventi sono stati finalizzati a realizzare uno spazio confortevole ed accogliente ma anche di facile fruizione, sia agli utenti che si recano per le urgenze in Ospedale con i propri mezzi, sia alle ambulanze che, attraverso uno scivolo, hanno accesso diretto al Pronto Soccorso.
La nuova Area d'Emergenza è stata attivata questa mattina dal Direttore generale dell'Asp, Antonio Candela, alla presenza, tra gli altri, dell'Assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi, e del Commissario straordinario del Comune di Corleone, Giovanna Termini,
La consegna della nuova struttura fa seguito a quella delle due nuove Sale Parto, della nuova Area di Radiodiagnostica e del Laboratorio d'Analisi, tutti servizi attivati all'interno del “Corpo A” dell'Ospedale.
“In pochi mesi, e cioè da settembre ad oggi – ha sottolineato Candela – l'Ospedale di Corleone ha cambiato completamente volto. Grazie ad un investimento complessivo di 2 milioni e mezzo di euro, siamo riusciti a consegnare agli utenti di tutto il comprensorio un nosocomio ristrutturato e rinnovato, ma soprattutto un nosocomio che si è nuovamente 'impossessato' di spazi che, prima, erano inutilizzati. Già da oggi, il Pronto Soccorso è tornato nella sua sede originaria grazie ad interventi urgenti che consentono, adesso, agli operatori una migliore gestione delle emergenze e delle urgenze”.

Nel 2016 sono stati 12 mila gli accessi al Pronto Soccorso di Corleone, con un aumento del 20% rispetto all'anno precedente. L'utenza potrà adesso contare su una struttura realizzata al piano rialzato del “Corpo A” con una superficie di 700 mq nella quale lavoreranno 7 medici e 12 infermieri, guidati dal Responsabile, Giuseppe Musacchia. Oltre alla sala d'attesa ed a tutte le aree di visite e cure, sono stati completamente ristrutturati i servizi igienici e rifatti gli impianti elettrici e di illuminazione.
“Abbiamo rispettato l'impegno assunto sia con gli utenti che con gli operatori dell'Ospedale – ha detto Candela – alla fine della scorsa estate avevamo stilato un crono programma che ha trovato riscontro con l'attivazione di Sale Parto, Area di Radiodiagnostica, Laboratorio d'Analisi e Pronto Soccorso. E' chiaro che non ci fermiamo, ma consideriamo gli ultimi interventi solo una tappa di passaggio verso ulteriori forme di potenziamento come la piena e reale integrazione dell'offerta ospedaliera con quella territoriale”.
A margine del suo intervento, il manager dell'Asp di Palermo, Antonio Candela, ha annunciato per il prossimo 30 gennaio l'attivazione della nuova Area d'Emergenza anche dell'Ospedale “Cimino” di Termini Imerese. (nr)

DICHIARAZIONE DELL'ASSESSORE ALLA SALUTE, BALDO GUCCIARDI:

“Inaugurare una struttura con i pazienti dentro è la dimostrazione che completiamo la qualità dell'offerta sanitaria di questo Presidio di Corleone che, non ha soltanto un nuovo Pronto Soccorso, ma è stato potenziato con l'Osservazione Breve Intensiva. Nella nuova programmazione ospedaliera, che non ho ancora presentato alle autorità, l'Ospedale di Corleone mantiene intatto il suo profilo. Le ipotesi di ridimensionamento sono soltanto fantasie sgradevoli. Sono veramente soddisfatto e sono grato al Direttore generale, Antonio Candela, al Direttore sanitario, Giovanna Volo, ed al Direttore amministrativo dell'Asp, Salvatore Strano, per questa nuova struttura: inauguriamo reparti che funzionano. Non promesse, ma fatti concreti”.  



Giuseppe Crapisi (Comitato Pro Ospedale): Un giorno di festa per il corleonese per l’attivazione del nuovo Pronto Soccorso

L’attivazione del nuovo Pronto Soccorso dell’Ospedale di Corleone è un giorno di festa per il territorio del corleonese. Non è una semplice inaugurazione ma è un punto di arrivo dopo anni di impegno in cui si è rischiata la chiusura del nostro nosocomio.
Un grazie particolare va al Direttore Generale Antonio Candela, uno agli operatori che in questi anni con enormi sacrifici hanno continuato a lavorare, e uno, consentitemelo, al Comitato Pro Ospedale, di cui fanno parte i sindaci del territorio, i rappresentanti di associazioni e sindacati, semplici cittadini, e che da anni è protagonista nella difesa della salute dei cittadini del corleonese.
La prossima sfida è riuscire a completare la nuova ala e poter realizzare una vera e propria cittadella della salute che non solo possa massimizzare l’efficienza dell’offerta sanitaria, possa fare risparmiare l’azienda e aumentare l’offerta dei servizi.
L’Assessore Gucciardi, oggi presente all’inaugurazione, ha preso l’impegno che dopo l’approvazione del Piano della Rete Ospedaliera dal Governo finanzieranno anche la terza ala.


Insieme ai Sindaci del Territorio il Comitato Pro Ospedale ha chiesto all’Assessore alla Salute Gucciardi di incontrarci prossimamente per approfondire il tema dei reparti, della pianta organica e per l’allocazione dell’ambulanza medicalizzata

L'ASSESSORE GUCCIARDI: A Corleone “NON PROMESSE, MA FATTI CONCRETI”

“Inaugurare una struttura con i pazienti dentro è la dimostrazione che completiamo la qualità dell'offerta sanitaria di questo Presidio di Corleone che, non ha soltanto un nuovo Pronto Soccorso, ma è stato potenziato con l'Osservazione Breve Intensiva. Nella nuova programmazione ospedaliera, che non ho ancora presentato alle autorità, l'Ospedale di Corleone mantiene intatto il suo profilo. Le ipotesi di ridimensionamento sono soltanto fantasie sgradevoli. Sono veramente soddisfatto e sono grato al Direttore generale, Antonio Candela, al Direttore sanitario, Giovanna Volo, ed al Direttore amministrativo dell'Asp, Salvatore Strano, per questa nuova struttura: inauguriamo reparti che funzionano. Non promesse, ma fatti concreti”.  

ASP: ATTIVATA LA NUOVA AREA DI EMERGENZA DELL'OSPEDALE “DEI BIANCHI” DI CORLEONE

CORLEONE 16 GENNAIO 2017 - Una sala per il triage, altre due per le visite ed una per i codici rosso. Ed inoltre un'area per l'Osservazione breve intensiva (OBI) dotata di 4 posti-letto ed un'ampia sala d'attesa fornita di monitor che indicano le priorità di ingresso in base ai codici assegnati al triage, di televisori collegati a programmi di informazione e distributori di acqua gratuiti per alleviare l’attesa di pazienti e familiari. E' il nuovo Pronto Soccorso dell'Ospedale “Dei Bianchi” di Corleone realizzato dall'Asp di Palermo in poco più di 4 mesi.
Gli interventi sono stati finalizzati a realizzare uno spazio confortevole ed accogliente ma anche di facile fruizione, sia agli utenti che si recano per le urgenze in Ospedale con i propri mezzi, sia alle ambulanze che, attraverso uno scivolo, hanno accesso diretto al Pronto Soccorso.
La nuova Area d'Emergenza è stata attivata questa mattina dal Direttore generale dell'Asp, Antonio Candela, alla presenza, tra gli altri, dell'Assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi, e del Commissario straordinario del Comune di Corleone, Giovanna Termini,
La consegna della nuova struttura fa seguito a quella delle due nuove Sale Parto, della nuova Area di Radiodiagnostica e del Laboratorio d'Analisi, tutti servizi attivati all'interno del “Corpo A” dell'Ospedale.
In pochi mesi, e cioè da settembre ad oggi – ha sottolineato Candela – l'Ospedale di Corleone ha cambiato completamente volto. Grazie ad un investimento complessivo di 2 milioni e mezzo di euro, siamo riusciti a consegnare agli utenti di tutto il comprensorio un nosocomio ristrutturato e rinnovato, ma soprattutto un nosocomio che si è nuovamente 'impossessato' di spazi che, prima, erano inutilizzati. Già da oggi, il Pronto Soccorso è tornato nella sua sede originaria grazie ad interventi urgenti che consentono, adesso, agli operatori una migliore gestione delle emergenze e delle urgenze”.
Nel 2016 sono stati 12 mila gli accessi al Pronto Soccorso di Corleone, con un aumento del 20% rispetto all'anno precedente. L'utenza potrà adesso contare su una struttura realizzata al piano rialzato del “Corpo A” con una superficie di 700 mq nella quale lavoreranno 7 medici e 12 infermieri, guidati dal Responsabile, Giuseppe Musacchia. Oltre alla sala d'attesa ed a tutte le aree di visite e cure, sono stati completamente ristrutturati i servizi igienici e rifatti gli impianti elettrici e di illuminazione.
Abbiamo rispettato l'impegno assunto sia con gli utenti che con gli operatori dell'Ospedale – ha detto Candela – alla fine della scorsa estate avevamo stilato un crono programma che ha trovato riscontro con l'attivazione di Sale Parto, Area di Radiodiagnostica, Laboratorio d'Analisi e Pronto Soccorso. E' chiaro che non ci fermiamo, ma consideriamo gli ultimi interventi solo una tappa di passaggio verso ulteriori forme di potenziamento come la piena e reale integrazione dell'offerta ospedaliera con quella territoriale”.
A margine del suo intervento, il manager dell'Asp di Palermo, Antonio Candela, ha annunciato per il prossimo 30 gennaio l'attivazione della nuova Area d'Emergenza anche dell'Ospedale “Cimino” di Termini Imerese. (nr)